Tag

, ,

riccio

Ricordo la meraviglia che, da bambina, provavo ogni volta che mia nonna Rosita preparava questo bellissimo e golosissimo dolcetto, che rende onore alle castagne e omaggio a un animaletto timido e riservato.
Quindi in tempo di castagne: non solo caldarroste, ma anche dolci ricci!

Ingredienti:
500 gr di castagne
2 foglie di alloro
1 cucchiaino di sale grosso
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di cacao amaro
1 noce di burro di soia
1 cucchiaio di rum (facoltativo)
2/3 cucchiai di latte vegetale
1 pizzico di vaniglia
pinoli
uvetta

Procedimento:
Lessate le castagne nella pentola a pressione con il sale e l’alloro per circa un’ora dal fischio. Lasciatele intiepidire nell’acqua (altrimenti si seccano troppo) e pelatele bene. Schiacciate le castagne con la forchetta o con lo schiacciapatate (non con il frullatore) e mescolatele con zucchero, cacao, vaniglia, rum, burro di soia e latte vegetale fino a ottenere un impasto sodo ma malleabile.
Formate il corpo del riccio e fategli gli occhietti con l’uvetta e gli aculei con i pinoli.
Lasciatelo rassodare in frigo per qualche ora prima di gustarlo.

Annunci