Tag

imagesFRPW37UO

di Tamara Sandrin

Ti ho visto che mangiavi tranquillo.
So che anche tu mi hai guardato
anche se eri troppo lontano
perché io potessi vedere
il tuo sguardo.
Sei rimasto tranquillo
mentre io vegliavo su di te.
Mi sono eletta
come tuo guardiano
silenzioso e attento.
Sentivo il vociare e i cani
lontani, dall’altra parte
del bosco lungo l’argine.
Perciò, serena, ti ho guardato
pascolare, certa che l’oggi
e la notte erano tuoi,
finché non ti sei avviato
tra le canne, verso il bosco,
allontanandoti da quelle voci
di morte.
Adesso posso rientrare
nel tepore della mia casa,
ma tremo al dubbio
se mai ti incontrerò
di nuovo tranquillo
su un prato.

© Riproduzione vietata.

Annunci